Sentiero Europeo E7 tratto italiano da Caporetto a Ventimiglia.

105 0

Giovedì 8 settemble Lorenzo Schia, Runner con la passione dell’impssibile e arrivato praticamente in Veneto percorrendo il sentiero E7. Partito da Caporetto al confine con la Slovenia, dopo aver in 5 giorni attraversato la Carnia in Friuli Venezia Giulia, do Barcis e il Pian Cavallo è arrivato in Veneto al Pian del Cansiglio scendendo al Lago Santa Croce concludendo la tappa al Passo San Boldo. Venerdì 9 ha attraversato le Prealpi Trevigiane ed è arrivato bagnato fradigio al Rifugio Mariech sulle Pianezze sopra Vadobbiadene. Sabato 10 ripartito dalla Cima delle Pianezze e sceso verso il fiume Piave per poi ricomenciare a salire con la meta Monte Grappa la quale raggiunta nel tardo pomeriggio stante anche la giusta curiosità da parte di Lorenzo il percorso non poteva erre una corsa contro il tempo ma una conoscenza di un territorio legato in particolare ai Campi di Battaglia della Prima Guerra 1915 – 1918. Ha pernottato poi al Rifugio Scarpon sul Monte Grappa. Domenica è ripartito di buonora percorrendo ancora tutta la linea del fronte della Guerra e quindi sceso, dopo il Col Moschin al fiume Brenta dove lo “aspettava” la mitica Calà del Sasso con i suoi 4444 gradini per arrivare sull’Altopiano di Asiago con la prevista tappa a Fosa.

Amministratore

Grande appassionato di montagna, Tarcisio Ziliotto è stato presidente della FIE Veneto e della sezione sci alpino di FIE Italia. Attualmente si occupa della gestione di questo sito.

Altri articoli

Convenzione CSI FIE

Posted by - 13 Maggio 2022 0
Giovedì 5 maggio 2022, il CSI – Centro Sportivo Italiano e la FIE – Federazione Italiana Escursionismo hanno siglato una convenzione che porterà i due enti…

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito web.